Blog: http://cessatoio.ilcannocchiale.it

l'apparenza

ho notato che dove c'è più povertà si tende a far vedere l'immagine per nascondere ciò che è dentro casa.
ad esempio qui a ravenna i ragazzi della parte più povera della città veste tutto di marca e tende a non farsi mancare niente, e i genitori assecondano e anche loro non rinunciano al lusso, e il ghetto rappresenta anche l'italia, i ragazzi del sud vestono molto firmato e le canzoni d'amore invadono i lettori mp3(documentato anche da "gomorra" di Saviano), al posto di canzoni di protesa e vesti alternative.
sono il primo a dire che l'abito non fa il monaco ma perchè spendere tanti soldi in vestiti e abbandonarsi alla società consumistica, per far vedere cosa? per fare credere di essere più ricchi? perchè si vuole essere tutti uguali? perchè ci si vergogna di qualcosa che si ha sotto?
il vestito in se per se è un pezzo di cotone o altri materiali e non dovrebbe cambiare il prezzo per una firma o altro, alla fine dovrebbe essere un bene di prima neccessità...un BISOGNO.
perchè coprirsi in modo identico centinaia di persone? perchè diversi alternativi vengono prevalentemente da famiglie benestanti?...forse a ragione ax, quando si sente la fame non si ha tempo per pensare ai problemi esistenziali

Pubblicato il 22/6/2007 alle 10.45 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web