Blog: http://cessatoio.ilcannocchiale.it

viaggiare

io non capisco le persone che vivono sempre nella stessa città, come fanno, una vacanza studiata mese prima in fila, sempre in coda o impegnati con gli orari dei treni e dell'aereo...basta, un viaggio!!!!!

ete le finestre sbarrate le persiane
pericolo in città di nuovo queste carovane
nomadi gitani con abiti sfarzosi
si nota a prima vista che son pericolosi

cara io vado dai vicini tu chiudi con la chiave
e porta su i bambini
se fanno i capricciosi e non vogliono dormire
racconta che gli zingari li vengono a rapire

cultura millenaria usanze tradizioni
e non soltanto giostre furti o baracconi
la grande maggioranza non sa che stiam parlando
di gente che ha deciso di vivere viaggiando
ma noi adoratori di proprietà e lavoro
vediam la vita da dietro un paraocchi
pur di evitare di comprendere la loro

conseguenza fu la deportazione
la violenza la gran persecuzione
le bottiglie lanciate nella notte
molti roghi ma nessuno se ne fotte

girovagando per il mondo
aprendo buchi in una rete
che trascina a fondo chi pensa che
girovagare per il mondo restare in movimento
non puo' che fare rabbia a chi si sente in gabbia

ma vince la paura di averli qua vicino
che saltino le mura entrando nel giardino
la classica trovata per questo malcontento
è fare come John Wayne bruciar l'accampamento
però a differenza degli indiani con i cow-boy
qui non c'è hollywood con la sua cinepresa
nè la speranza di vederli come eroi

Pubblicato il 12/4/2007 alle 20.22 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web